Waverly Hills il sanatorio infestato

WAVERLY HILLS IL SANATORIO INFESTATO è uno dei luoghi che può essere considerato tra i più infestati al mondo.

Waverly Hills

Il Waverly Hills Sanatorium è un sanatorio ormai chiuso, situato nella parte sud-occidentale di Louisville, nel KentuckyLo aprirono nel 1910 per ospitare i pazienti affetti da tubercolosi, poiché all’inizio del 1900, la contea di Jefferson fu devastata dalla cosiddetta “peste bianca“. Lo chiusero nel 1961 grazie alla streptomicina, poiché il farmaco tolse la necessità di un ospedale del genere.

La storia del Waverly Hills

Tra il 1800 e il 1900, l’America è stata letteralmente devastata da una malattia mortale conosciuta come la “morte bianca”, ossia la tubercolosi. Questa malattia, molto contagiosa, mieteva moltissime vittime dal momento che non esisteva alcuna cura. La malattia colpì tutta l’America, ma in particolar modo una città, Louisville nel Kentucky, che ha avuto uno dei più alti tassi di mortalità.

Per ovviare al problema della tubercolosi, costruirono il Waverly Hills Sanatorium, il quale viene subito considerato l’ospedale per la cura della tubercolosi più avanzato del paese. Nonostante ciò, il tasso di mortalità nel sanatorio era molto elevato, poiché a quei tempi i rimedi che si pensava fossero utili per combattere la malattia erano l’aria fresca, cibo nutriente e molto riposo.

Per i casi più gravi, invece, si sottoponevano i polmoni dei pazienti alla luce ultravioletta per cercare di fermare la diffusione del batterio. Lo facevano posizionandoli sulle sedie davanti alle finestre aperte. Poi c’erano delle tecniche assai più cruente: palloncini sarebbero stati impiantati chirurgicamente nei polmoni e poi riempiti con aria per espanderli.

Verso la fine del 1930 la tubercolosi cominciò a diminuire in tutto il mondo e dal 1943, grazie a nuovi farmaci, l’avevano in gran parte debellata negli Stati Uniti. Per tale motivo, nel 1961 il Waverly Hills venne chiuso e lo riaprirono l’anno seguente come Woodhaven Geriatrics Sanitarium. Avevano trasformato la struttura in un ospedale psichiatrico dove praticavano terapie al limite della tortura, tra cui l’elettroshock.

Di quel terrificante periodo rimangono i racconti dei pazienti sopravvissuti, i quali hanno riferito dei maltrattamenti e degli esperimenti subiti. L’ospedale psichiatrico chiuse nel 1982.

I fantasmi del Waverly Hills

Al giorno d’oggi si racconta che il Waverly Hill Sanatorium sia infestato dai fantasmi e viste le sofferenze vissute lì dentro, tutto ciò sembra molto probabile. Nel 2001 l’ospedale venne acquistato da Charlie e Tina Mattingly, i quali lavorarono instancabilmente per far tornare il Waverly Hills all’antico splendore.

Per i più temerari, c’è la possibilità di visitare l’ospedale sia di giorno sia di notte. Oltre alle stanze, la sala chirurgica e la zona di degenza, è possibile visitare il “Tunnel della morte”, una linea ferroviaria sotterranea costruita per trasportare gli infermieri da casa all’ospedale. Negli anni, tuttavia, l’aumento incontrollato di morti ha portato l’ospedale a utilizzare questo spazio sotterraneo come fossa comune per i cadaveri.

Waverly Hills tunnel

A) Una delle zone che si considera maggiormente infestata è il quinto piano dell’ex Waverly Hills e in particolare la zona in cui si trovava la sala operatoria, affiancata da due stanze per degenza. Era qui che i malati di tubercolosi venivano ospitati, sia per tenerli lontani dal resto dei pazienti malati di mente, ma soprattutto perché qui avrebbero potuto beneficiare dell’aria fresca e del sole che erano considerati dei toccasana per la malattia.

B) Uno dei racconti del Waverly Hills riguarda un uomo in camice bianco che hanno visto spesso camminare in una cucina in disuso da anni. Quando un gruppo di Ghost Hunter decise di indagare sulle apparizioni del Waverly e più precisamente nella cucina, si trovarono di fronte a un luogo in abbandono: tavoli rotti, sedie distrutte, finestre rotte, intonaci caduti, elettrodomestici asportati, un disastro di incuria ed abbandono.

C) Una delle stanze più infestate è di sicuro la numero 502, dove dalla finestra si sarebbero suicidati molti pazienti, buttandosi di sotto. Qualcuno che ha visitato la stanza 502 raccontò di avere visto “forme in movimento” nei pressi delle finestre e sentito voci non umane che ordinavano ai presenti di “uscire“. Inoltre, nella 502 un’infermiera si impiccò e un’altra si sparò in bocca.

D) Testimonianze affermano che si possano udire passi, lamenti, porte che sbattono e ombre che si aggirano in quei corridoi. Si potrebbe inoltre vedere il fantasma di una bambina di nome Emily, circa 6 anni, morta all’interno del sanatorio, fatta a pezzi all’interno del cestello della lavatrice nella quale si era rifugiata per fuggire alle “terapie” cui era sottoposta. Un’infermiera aveva acceso la lavatrice senza accorgersi della bambina nascosta dentro.

Il Waverly Hills Sanatorium è un luogo horror davvero terrificante, a quanto pare infestato dai fantasmi e che si può persino visitare, prenotando una visita turistica nel sito internet dell’ex ospedale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Add Comment