Villa della Contessa a Taranto

La VILLA DELLA CONTESSA A TARANTO è una casa abbandonata e misteriosa, destata da riti satanici e dove il 666 è il numero impresso nelle pareti. Stiamo parlando di luogo spaventoso e con una tetra storia dell’orrore alle spalle.

Villa della Contessa a Taranto

La leggenda sulla Villa della Contessa a Taranto

La Villa della Contessa a Taranto si trova esattamente nel quartiere di Talsano; il più popoloso della città. Chiamata anche Casa della Contessa, in questo luogo suggestivo e macabro sono avvenuti sacrifici umani e ancora oggi riti satanici e sacrifici animali.

Questa tetra villa, ormai abbandonata, fu costruita nel 1855 e proprio in quegli anni era abitata da una bella contessa nubile, dal suo maggiordomo, che si era innamorato di lei, e dagli altri membri della servitù della nobildonna.

Sembrava che tutto procedesse nella più assoluta normalità di quei tempi, invece, la notte diventava spaventosa e nel giardino della villa si consumavano riti satanici senza che la padrona di casa ne sapesse nulla.

Una notte la contessa si svegliò e udendo dei rumori, decise di accorrere in giardino per controllare cosa stesse accadendo. La donna trovò la servitù che stava celebrando Satana e così, furiosa, interruppe il rito. Mai un gesto si rivelò più sbagliato.

Gli adoratori di Satana la uccisero senza pietà e la sacrificarono in nome della setta satanica e di Satana. Anche il maggiordomo faceva parte della setta e contribuì all’omicidio della contessa nonostante ne fosse innamorato. Era troppo fedele e soggiogato dal sacerdote adoratore del male. Tuttavia, l’indomani, distrutto dai sensi di colpa, il maggiordomo s’impiccò nella villa.

L’abbandono della Villa della Contessa a Taranto iniziò proprio in quegli anni.

La villa abbandonata a Taranto

Ormai la Villa della Contessa a Taranto è un rudere abbandonato, eppure in molti riferiscono di avere udito alcuni rumori e voci provenire dal giardino, visto dei bagliori e sagome che farebbero rabbrividire chiunque.

I muri della villa sono tappezzati di simboli satanici, come il famoso 666. La gente del luogo racconta che ancora oggi vengono svolte delle messe nere nella villa e questo incuriosisce non poco i visitatori. Nella casa della Contessa sono state trovate persino delle carcasse di animali sacrificati in nome di Satana e altri oggetti appartenenti a chissà chi.

Io stessa sono entrata in quella casa (molti anni fa, bravata adolescenziale) e ho visto carcasse di animali, cani e gatti, qualche Mitomane pseudo satanista avrà improvvisato sacrifici. Poi sulle pareti c’erano i soliti simboli (“666” pentacoli capovolti.. ecc)e in molti dicono di aver visto uomini incappucciati…” Una testimonianza in rete.

 

Add Comment