Slumber – Il demone del sonno

SLUMBER – IL DEMONE DEL SONNO è un film del genere horror, uscito questi giorni nelle sale cinematografiche, diretto da Jonathan Hopkins, con Maggie Q (star di Nikita) e Sylvester McCoy.

Slumber - Il demone del sonno

La trama di Slumber

Una specialista dei disturbi del sonno deve fare i conti con un proprio trauma infantile. Infatti, i suoi sogni sono infestati di spettri, e il ricordo della morte del fratello minore perseguita le sue notti. Si presenterà nel suo studio una famiglia afflitta da strani incubi e uno dei bambini soffre della cosiddetta paralisi del sonno. Per Alice si tratta di un disturbo del sonno molto comune, che fa sembrare i sogni reali, ma dovrà presto ricredersi, accettando l’idea del sovrannaturale e di una presenza demoniaca. La battaglia contro il demone, sarà anche l’occasione per affrontare i temuti fantasmi del suo passato.

Il mio parere su Slumber

Il sonnambulismo indotto da un’entità demoniaca è al centro della trama dove s’incentra questo film horror che attira e forse, a mio avviso, non convince appieno. Nonostante ciò vale comunque la pena di vederlo.

Quando si parla di incubi e mostri nel sonno, la nostra memoria fluttua vorticosamente nel passato, andando ad afferrare con vorace beatitudine il nostro amato Freddy Krueger nella saga di Nightmare, dimenticatelo se vorrete cercare di apprezzare questa pellicola!

Qui troviamo un’entità capace d’indurre sonnambulismo nelle sue vittime, un qualcosa di più mistico e completamente diverso. Forse potremmo assimilarlo al Baubau o se volete chiamarlo Uomo nero va bene lo stesso, ma anche qui ci ritroveremmo a metà o comunque fuori strada.

Slumber è forse una via di mezzo che potrebbe lasciare perplessi. Non tutti, perché noi amanti del genere horror, siamo capaci di apprezzarne le sue qualità e a goderne come si deve dentro una sala cinematografica e con l’audio da fare sussultare a ogni suo picco.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.