Sindrome di Capgras

La SINDROME DI CAPGRAS è una rara malattia psichiatrica caratterizzata dalla convinzione che le persone care siano state rimpiazzate da replicanti o impostori a loro identiche. Generalmente con il termine “persone care” s’intendono i famigliari e gli amici. Nonostante ciò questa sindrome molto particolare può estendersi anche ad animali domestici o luoghi famigliari.

Sindrome di Capgras

Il nome della sindrome deriva dallo psichiatra francese Joseph Capgras (1873-1950), il primo a descrivere questa forma patologica nel 1923, descrivendola come l’illusion des sosies (l’illusione dei sosia); sebbene non sia una vera e propria illusione poiché la percezione sensoriale rimane intatta.

Sintomi della Sindrome di Capgras

Nella Sindrome di Capgras il soggetto è convinto che uno o più persone care siano state sostituite da impostori o sosia. In poche parole le copie si sarebbero appropriate dell’identità delle persone vicine a sé, rimpiazzandole.

Questa convinzione delirante è costante e viene mantenuta nonostante venga fornita al paziente la prova del contrario. Da questa sindrome ne deriva una sensazione di estraneità nei confronti degli altri individui. Una delle caratteristiche della sindrome di Capgras è che chi ne soffre non si basa su informazioni false o incomplete dovute a un qualche errore di percezione sensoriale oppure a un’illusione (a differenza di altri disturbi psichiatrici).

Spesso è diagnosticata in associazione a disturbi psichiatrici quali schizofrenia disturbi dell’umore; può a volte essere il risultato di danni cerebrali, demenza o altri disordini organici che rendono le spiegazioni psicodinamiche classiche difficili da sostenere. I dati epidemiologici vedono il manifestarsi del disturbo come più probabile nelle donne rispetto agli uomini, con un rapporto di 3:2.

Approfondimento sulla Sindrome di Capgras

La Sindrome di Capgras è conosciuta anche col sinonimo “Delirio di Capgras“. Come abbiamo detto il primo a descrivere questa sindrome fu Joseph Capgras, il quale aveva portato come esempio una paziente che sosteneva che il marito e altre persone a lei note erano state sostitute da sosia.

Inizialmente, Joseph Capgras sosteneva che il delirio fosse la conseguenza di sentimenti di estraneità vissuti dal paziente nei confronti delle persone emotivamente vicine (invece di affrontare un eventuale conflitto, il soggetto sviluppava la sintomatologia associata alla patologia).

Nel passato, la sindrome di Capgras era associata all’isteria, quindi era considerata un disturbo psichiatrico esclusivamente femminile. Nel 1980, l’indagine delle possibili cause all’origine della patologia hanno permesso di stabilire che la patologia deriva principalmente da lesioni cerebrali organiche o degenerative. Oggi, la sindrome di Capgras è intesa come un disturbo neurologico che può essere concomitante ad altre patologie psichiatriche, come la schizofrenia.

Curiosamente la sindrome di Capgras è menzionata in numerose serie televisive; la troviamo in alcuni episodi di Criminal Minds, Law & Order – Unità vittime speciali, Perception, Profiling, Scrubs, Hannibal , Lore e Grey’s Anatomy.

Nel film Synecdoche, New York di Charlie Kaufman la moglie del protagonista, perduta e creduta morta, affitta un appartamento a nome Capgras. Il riferimento alla malattia è intenzionale data la presenza di numerosi accenni al mondo psichiatrico nella pellicola, tra cui il cognome del protagonista, Cotard, basato sull’omonima sindrome.

 

 

Add Comment