Sindrome di Alice nel paese delle meraviglie

La SINDROME DI ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (Alice in Wonderland syndrome) è un disturbo neurologico che colpisce la percezione visiva. Questa sindrome psichica è anche conosciuta come sindrome di Todd o allucinazioni lillipuziane.

Sindrome di Alice nel paese delle meraviglie

I pazienti affetti dalla Sindrome di Alice nel paese delle meraviglie sperimentano diversi tipi di distorsioni dimensionali e morfologiche, tra cui micropsia e macropsia. Questo particolare disturbo può essere anche temporaneo, quando è associato con l’emicrania, crisi epilettica, tumori cerebrali e l’uso di droghe psicoattive.

Si è ipotizzato che questa sindrome possa essere causata da anormale attività elettrica che porta a un’alterazione del flusso sanguigno nelle aree del cervello che elaborano la percezione visiva.

Questa sindrome è anche chiamata sindrome di Todd in riferimento allo psichiatra inglese John Todd che nel 1955 descrisse questa condizione. Lo psichiatra aveva scoperto che alcuni suoi pazienti presentassero una distorsione del senso del tempo, dello spazio e del tatto, così come percezioni distorte di parti del proprio corpo.

Curiosamente, Lewis Carroll (autore di Alice nel Paese delle Meraviglie) soffriva di gravi emicranie, con sintomi simili ai pazienti dello psichiatra Todd. Probabilmente lo scrittore usò le proprie esperienze con i sintomi dell’emicrania come fonte di ispirazione per il suo celebre romanzo.

Sintomi della Sindrome di Alice nel paese delle meraviglie

Tra i sintomi che troviamo nel paziente affetto dalla Sindrome di Alice nel paese delle meraviglie o sindrome di Todd, troviamo:

1) La visione alterata dell’immagine del proprio corpo (il paziente percepisce alcune parti del corpo di dimensioni diverse dal normale; in particolare le mani e la testa).

2) Percezione alterata della dimensione degli oggetti attorno a lui.

3) Il paziente perde la misura del tempo (come il Bianconiglio nel romanzo di Alice nel paese delle meraviglie).

4) Forti allucinazioni.

5) Alterazioni uditivi e tattili.

6) Il sintomo distintivo della sindrome è quasi sempre l’emicrania.

7) Altri sintomi minori e meno comuni possono essere: mancanza di coordinamento, difficoltà nel muovere gli arti, perdita di memoria a lungo termine e una sensazione persistente di essere ascoltato, osservato o toccato.

 

 

 

 

Add Comment