Sette Sataniche in Italia

Le SETTE SATANICHE IN ITALIA esistono da molti anni e sono diffuse in molte città dello stivale. Prima di approfondire alcune delle Sette in Italia, iniziamo col dire che Le Sette sataniche e quindi il Satanismo, è un movimento che ha come perno della propria filosofia il culto di Satana, il quale viene venerato tramite la ritualità.

Sette Sataniche in Italia

Ladorazione del diavolo tramite riti e altre forme, è un fenomeno piuttosto diffuso nel mondo e di conseguenza anche in Italia. Adesso andiamo a scoprire alcune Sette sataniche in Italia piuttosto celebri e soprattutto il loro modo di vivere questa particolare adorazione.

666 Realtà Satanica

Questa Setta satanica è stata fondata da Filippo Scerba (denominato il Principe Demus) a Milano. Si possono definire dei satanisti eretici, poiché considerano Satana il figlio di Dio e di conseguenza il fratello di Gesù. Si ritrovano generalmente in appartamenti o casolari privati o anche presso alcuni negozi esoterici. Seguono il principio secondo il quale i forti devono avere il potere assoluto sui deboli.

Fra i loro rituali, troviamo:

  • Il rito della mano del morto, durante il quale viene scoperchiata una tomba e tagliata la mano del cadavere con cui l’adepto si addormenterà in una bara.
  • Il rito del bue, è il sacrificio nel quale un animale viene squartato solo dopo essere stato legato a quattro alberi che corrispondono a Lucifero, Satana, Leviathan e Betial. Il sacerdote immerge quindi il seguace nelle viscere dell’animale.
  • Il rito del palo, ossia il più comune rito sessuale.

La congregazione Luciferiana

Tale Setta satanica è sorta a Roma nel 1890 ed è stata guidata da Sergio Gatti, alias Efrem del Gatto. Costui la guidò fino alla propria morte nel 1996. Questa Setta con circa 150 adepti e della quale farebbero parte anche alcuni VIP, segue il culto di Lucifero, ritenuto il Principe perfetto e superiore a Dio. Nei riti si eseguono flagellazioni e azioni liberatorie e, durante la messa nera, si tagliuzzano mani e braccia per offrire il sangue a Lucifero.

I bambini di Satana

Tra le Sette Sataniche in Italia, quella dei bambini di Satana è una delle più famose. Fu fondata da Marco Dimitri, ex adepto del culto ufologico della Fratellanza Cosmica, nel 1982 a Bologna. Gli adepti della setta iniziano sin da subito a visitare le chiese sconsacrate della Romagna e molti cimiteri. Poco dopo nasce a Bologna il loro tempio, con tende nere, maschere, teschi e statue del Diavolo. Nel tempio si celebrano persino dei matrimoni, classici o omosessuali, a tre e anche incestuosi.

L’iniziazione alla setta avviene tracciando sulla fronte del nuovo adepto il “marchio della Bestia” e lo fanno con il sangue del fondatore. I novizi sottoscrivono così un patto firmato con il sangue per giurare fedeltà a Satana. Un giuramento che “non può essere infranto. Nemmeno se è arso o viene strappato il foglio su cui lo si è scritto“.

I riti dei bambini di Satana hanno elementi tantrici e di magia sessuale, durante i quali tutti hanno rapporti sessuali con tutti.

Nel 1996 la Setta satanica dei bambini di Satana è stata oggetto di un’inchiesta giudiziaria per violenza carnale nel corso di messe nere su una ragazza sedicenne e su un bambino di circa tre anni. Il processo ai Bambini di Satana si concluderà con l’assoluzione di tutti gli imputati “perché il fatto non sussiste”. Nel 2004 lo Stato risarcirà il fondatore Marco Dimitri con 100.000 euro per aver passato quattrocento giorni in carcere tra il 1996 e il 1997.

Chiese di Satana a Torino

A Torino si trova la comunità di Satanisti più attiva in Italia. I seguaci sarebbero oltre i 40 mila e le loro messe nere prevedono il cibarsi di una mistura di secrezioni sessuali denominata “amrita“. Ciò è davvero agghiacciante e da volta stomaco. Nei riti viene urlato l’odio verso Dio.

Impero dei ribelli Luciferiani

Tra le Sette Sataniche in Italia troviamo anche questa setta, la quale proviene dal movimento giovanile punk-anarchico. Gli adepti erano assidui ascoltatori di musica black-metal e sono stati individuati come i responsabili di numerose scorribande in cimiteri e chiese con l’obiettivo di sconsacrarli. I ribelli Luciferiani videro la loro fine nel 2002, con cinque condanne per associazione a delinquere, violazione di sepolcri e vilipendio della religione.

Orgasmo nero

Tra le Sette Sataniche in Italia sembra ci sia anche questa denominata Orgasmo nero e pare che sia attiva a Roma. Sembra che gli adepti siano dediti alla pedofilia e a ogni sorta di connubio sesso-morte. Adorano Belzebù, di cui dicono di essere figli prediletti. I seguaci di questa Setta satanica praticherebbero il vampirismo unito all’abuso di droghe.

 

 

 

 

 

 

Add Comment