Segnali premonitori di un futuro serial killer

Per prevenire omicidi e stupri seriali, sono stati identificati dei SEGNALI PREMONITORI DI UN FUTURO SERIAL KILLER, così da poterlo in caso identificare già dall’infanzia o dall’adolescenza. Questo perché la grande maggioranza dei serial killer mai esistiti ha presentato nella propria giovinezza alcuni segnali che li hanno accomunati.

Segnali premonitori di un futuro serial killer

Come identificare un serial killer già dalla giovinezza?

 Per identificare un futuro serial killer sin dalla giovinezza, prima di tutto bisogna notare se presenti uno o più segnali della Triade di MacDonald. Quindi presenza nel soggetto di enuresi, atti di piromania e atti di crudeltà verso gli animali. Un altro fatto importante è anche quello di crescere in una famiglia problematica. Infatti, il termine famiglia problematica si vede associato molto spesso all’infanzia di criminali, assassini e serial killer. Alcuni esempi di famiglia problematica possono essere:

  • Padre presente, ma poco interessato alla famiglia e troppo spesso aggressivo. Se il figlio si identifica con lui, ripeterà, spesso amplificandola, la violenza vista e subita.
  • Padre assente per lavoro oppure perché è deceduto, accomunato con una madre incapace di assolvere al proprio dovere.
  • Genitori incapaci di prendersi cura dei propri figli, dove spesso intervengo le autorità per separarli.
  • Madre possessiva e rigida nei confronti dei figli o anche del marito. Qui si tende in famiglia a divenire tutti succubi di lei.
  • Famiglia ossessivamente religiosa che implica fin troppe privazioni per il bambino.
  • Famiglia inesistente e bambini affidati a parenti o istituti.

Segnali identificati da Michael Newton, in Serial Slaughter: What’s Behind America’s Murder Epidemic:

  • Ovviamente non può mancare la Triade di MacDonald.
  • L’isolamento sociale e precoci fantasie sessuali. Per dimenticare un mondo reale ricolmo di rifiuti, umiliazioni e abusi di ogni tipo, il futuro serial killer fin da bambino si rifugia in un mondo fantastico, connotato da sesso e violenza.
  • Manifestazioni precoci di sessualità violenta e abusiva nei confronti di altri e utilizzano materiale pornografico.
  • Problemi neurologici. Danni provocati da ferite o malattie che causano forti mal di testa, attacchi epilettici e scarsa coordinazione muscolare. In seguito a traumi cranici possono insorgere comportamenti aggressivi.
  • Le difficoltà di apprendimento.
  • Privazioni, abusi sessuali o fisici ai danni del giovane che così gli impediranno di integrarsi nella società.
  • I bisogni cronici di mentire, ipocondria e tutti i comportamenti autodistruttivi.
  • Incapacità di seguire le regole.
  • Ossessione per il sangue e per la morte.
  • Abuso di stupefacenti sin dalla giovinezza.
  • Piccoli furti, soprattutto se di oggetti molto particolari, tipo biancheria intima.

Dopo queste indicazioni non vi resta che guardarvi intorno e analizzare se in famiglia possa celarsi un futuro serial killer!

 

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.