Il quadro maledetto di eBay

IL QUADRO MALEDETTO DI EBAY è un dipinto realizzato ad Oakland, California, dall’artista Bill Stoneham nel 1972.

Il quadro maledetto di eBay

Cosa raffigura il quadro maledetto di eBay?

Il dipinto ritrae un ragazzo e una bambola davanti a una porta a vetri dietro la quale sono raffigurate delle mani. Secondo l’artista, la figura del ragazzo è modellata su una vecchia fotografia che lo ritraeva all’età di cinque anni. La porta a vetri rappresenterebbe il confine tra il mondo reale e quello dei sogni e delle possibilità, mentre la bambola è la guida che accompagnerà il ragazzo attraverso la porta. Le mani, infine, rappresenterebbero appunto le vite e le possibilità alternative alla realtà. Un dipinto che sebbene già a vederlo suscita un poco di angoscia, è in realtà molto peggio di quanto chiunque potrebbe credere. Il quadro maledetto di eBay è stregato!

Il dipinto fu esposto per la prima volta in una galleria a Los Angeles nei primi anni settanta, e fu recensito da un critico d’arte del Los Angeles Times. Fu acquistato dall’attore John Marleyconosciuto per il ruolo di Jack Woltz nel film Il padrinoDopo la morte di Marley, nel 1984, il dipinto fu acquisito da una coppia di californiani, che lo trovò nel deposito di una vecchia fabbrica.

Attività paranormali del dipinto maledetto

Nel 2000 la coppia lo mise in vendita su eBay. Secondo i proprietari, sul dipinto incomberebbe una maledizione. La descrizione sosteneva infatti che i personaggi del dipinto si muovessero e che a volte uscissero dal quadro. La pagina di eBay mostrava anche varie fotografie a riprova di quanto sostenuto: la bambola avrebbe impugnato una pistola con cui minacciava il personaggio maschile, costringendolo a uscire dal quadro. L’inserzione infine conteneva un esonero di responsabilità dei venditori per eventuali danni subiti dall’acquirente.

L’inserzione fu subito ripresa da molti siti internet e divenne un fenomeno virale. Alcuni sostennero di essersi sentiti male alla sola vista dell’immagine. La pagina di eBay fu visitata oltre 30.000 volte.

Dopo un’iniziale offerta di 199 dollari, il quadro ricevette oltre trenta offerte e fu venduto alla fine per 1.025 dollari. L’acquirente finale, la Perception Gallery in Grand Rapids, Michigan, contattò l’autore Bill Stoneham per metterlo al corrente della bizzarra vicenda. Stoneham si disse molto sorpreso dei racconti che circolavano attorno alla propria opera. Secondo l’artista, l’oggetto che i venditori su eBay sostenevano fosse una pistola in mano alla bambola era in realtà la batteria della medesima.

Stoneham ha inoltre raccontato che sia il proprietario della galleria in cui il quadro fu esposto per la prima volta, sia il critico che per primo lo recensì per il L.A. Times morirono entro un anno da quando erano entrati in contatto con l’opera. Sembra pura follia, ma qui è tutto vero. A volte le persone che guardavano il quadro si sentivano afferrati e altri hanno parlato di un soffio di aria calda, come se avessero aperto un forno. Chi ha visto il dipinto ha inoltre affermato di sentire un senso di disagio, timore o terrore.

 

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.