Possessione demoniaca

La POSSESSIONE DEMONIACA è un aspetto terrificante del mondo dell’horror che in questo blog non può mancare di essere menzionato.

Possessione demoniaca

Cos’è la Possessione demoniaca?

La Possessione demoniaca è una condizione psicofisica dove una persona viene abitata da un essere soprannaturale, generalmente un demone. La persona che si ritrova in questo stato viene definita, indiavolata o indemoniata o per l’appunto posseduta. Il demone o il diavolo entrato nella persona da lui posseduta ne prenderebbe il controllo e si esprimerebbe tramite di essa.

La possessione demoniaca in ambito religioso viene affrontata mediante la pratica dell’esorcismo. Si è scoperto che molti presunti casi di possessione siano in realtà correlati con delle malattie mentali, come la schizofrenia e altre forme di psicosi. Ci sono anche numerose situazioni legate all’auto-suggestione: un soggetto che si auto-convince di essere in balia di forze soprannaturali, di non poter opporre resistenza a questa situazione, e che comincia quindi a comportarsi nei modi e nei ruoli stabiliti dalla sua credenza, cultura e tradizione religiosa. Infine, c’è il comportamento meschino di chi, non volendosi prendere la responsabilità delle proprie azioni, scarica la colpa sull’ipotetica possessione che li vede sfortunati protagonisti.

Possessione demoniaca nella religione Cristiana Cattolica

Nella pratica della Chiesa cattolica alcuni indicatori sono considerati rivelatori di una possessione demoniaca, ad esempio laddove il soggetto:

  • dimostra avversione al sacro;
  • dimostra una forza fisica molto superiore alla sua normale capacità;
  • parla lingue a lui sconosciute
  • prevede eventi non ancora accaduti.

Devono in ogni caso coesistere molti sintomi. La possessione demoniaca potrebbe essere la conseguenza di attività di occultismo di varia natura e far leva su ferite emotive e una vita spirituale considerata disordinata (non frequentazione dei sacramenti, in particolare della confessione, assenza di preghiera, vita moralmente in contrasto con la fede).

Possessione demoniaca nei Protestanti

Anche alcune chiese protestanti riconoscono la possessione e l’esorcismo, sebbene la pratica sia molto meno formale della Chiesa cattolica. Per determinare se ci sia davvero una possessione demoniaca non viene recitata una preghiera affinché la persona guarisca, ma solo per vedere come essa reagisca. Se lo fa in modo violento significa che è in atto una possessione.

Possessione demoniaca negli Ortodossi

Per gli ortodossi la morte, la malattia e il peccato sono tutti elementi in stretta connessione tra di loro. Ogni manifestazione negativa, e tra queste c’è la possessione, è dunque considerata come un’azione scaturita dal demonio. Serve quindi pregare con fede e umiltà, senza ricercarne i motivi.

Possessione demoniaca nella religione Islamica

La possessione di spiriti maligni (Jinn) o di Satana (Shaitan) e l’esorcismo sembrerebbe far parte del credo dell’Islam fin dalla sua nascita.
Secondo gli studiosi, quando un Jinn entra in un uomo lo fa parlare con parole incomprensibili, a lui sconosciute, e se viene percosso da un colpo in grado di uccidere un cammello non se ne accorge nemmeno.

Possessione demoniaca nella religione Ebraica

Nella Cabala e nella tradizione giudaica europea, una persona può essere posseduta da uno spirito maligno chiamato dybbuk. Il quale si ritiene essere l’anima errante di una persona morta e fuggita dal regno dei morti condannata a tornare sulla Terra per impossessarsi del corpo di qualche sventurato e portare a termine ciò che in vita non ha completato.

Possessione demoniaca nelle altre religioni

L’Induismo crede che la dea Kali o le sue varie incarnazioni possano entrare nei corpi di esseri viventi, perciò la possessione è considerata una condizione di maggiore santità. I posseduti sono venerati e a loro sono richieste benedizioni. Se tuttavia lo spirito rifiuta di andarsene dopo qualche tempo l’esorcista del villaggio viene interpellato allo scopo di far uscire lo spirito.

Nello Shintoismo molti youkai sono capaci di possessione demoniaca, ad esempio le kitsune.

La Wicca ammette la possessione ma non prevede esorcismo.

Il Kemetismo ritiene la possessione una situazione in senso lato, ovvero un forte squilibrio dell’ordine interno del ka, non esistono pratiche di esorcismo sulle persone, che devono dunque affidarsi alla preghiera e all’utilizzo di amuleti magnetizzati, richiedendo talvolta l’aiuto di un sacerdote o sacerdotessa autorizzato.

 

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.