Lupo mannaro indemoniato

Il caso di Bill Ramsey, noto come il LUPO MANNARO INDEMONIATO, fu un particolare caso di attività paranormale nel quale intervennero i coniugi Warren.

Lupo mannaro indemoniato

Chi era Bill Ramsey

Bill Ramsey nacque nel 1943 a Southend, in un contea dell’Inghilterra. Fin dalla sua fanciullezza si dimostrò molto introverso, ma i comportamenti davvero strani iniziarono dall’età di 9 anni, quando iniziò ad avere degli attacchi infondati di rabbia. Quando Bill Ramsey sprofondava in quegli attacchi di rabbia, iniziava a mordere, ringhiare e camminare a 4 zampe come un cane. Possiamo affermare che già a quei tempi si stava trasformando in un Lupo mannaro indemoniato.

Con il trascorrere del tempo i comportamenti del piccolo Bill andavano a peggiorare e i suoi genitori cercavano di rabbonirlo, distraendolo con dei giochi o altro. In un modo o nell’altro provavano a limitare o nascondere gli strani comportamenti del figlio.

All’età di 12 anni Bill Ramsey stava andando a scuola, accompagnato dalla madre, quando di colpo si mise a 4 zampe e corse ad agitare un palo pubblicitario. Subito dopo iniziò a ringhiare contro chiunque provasse ad avvicinarsi con l’intenzione di acquietarlo.

Da quel momento in poi gli attacchi di rabbia divennero più frequenti e i genitori si affidarono ad alcuni psicologi che seppero insegnare al ragazzo come controllarsi in quei momenti di rabbia improvvisa. Tuttavia, Bill si sentiva un lupo mannaro e accettava questa sua particolare condizione.

L’esorcismo a opera dei coniugi Warren

Nel 1983 Bill Ramsey si presentò in ospedale con la bava alla bocca e disse agli infermieri di legarlo, poiché temeva di perdere il controllo. Gli infermieri non lo presero subito in considerazione e lui morse il braccio di un’infermiera, staccandole un pezzo di carne. Subito dopo si pose a 4 zampe e iniziò a ringhiare contro chiunque gli si avvicinasse, in alcuni frangenti cercava anche di mordere.

Dovettero intervenire in molti per riuscire a sedarlo e poi internarlo in un ospedale psichiatrico. La notizia di un uomo che si credeva un Lupo mannaro indemoniato si diffuse a macchia d’olio e giunse ai coniugi Warren, i quali decisero di fargli visita.

Dopo averci parlato e avere trascorso un po’ di tempo con lui, i Warren sostennero che l’uomo era posseduto da un demone, ovvero da un “lupo mannaro indemoniato”, così decisero di convocare un vescovo pratico in esorcismi.

Dopo l’esorcismo, l’uomo tornò in sé e nel giro di qualche mese venne rimandato a casa e tornò a una vita piuttosto normale. Eppure il benessere dell’uomo non durerà per molto tempo.

Un lupo mannaro dalla polizia

Il 22 luglio del 1987, quando Bill Ramsey aveva 44 anni, si presentò alla stazione di polizia della sua città implorando di essere rinchiuso in una cella per la sicurezza degli altri cittadini. Il poliziotto che lo ricevette, credendolo ubriaco, lo invitò ad andarsene e scatenò un attacco di rabbia dell’uomo.

Bill Ramsey assalì il poliziotto; lo sollevò da terra e lo scaraventò nel parcheggio come se si trattasse di una bambola di pezza. Subito dopo iniziò a ringhiare contro gli agenti che lo avevano accerchiato e ce ne vollero ben 6 per riuscire a fermarlo.

Il Lupo mannaro indemoniato trascorse tutta la notte in cella e non la smise mai di ringhiare e comportarsi come un lupo.

Il secondo esorcismo

Dopo quella ricaduta, i coniugi Warren, con l’aiuto del vescovo McKenna, decisero di eseguire un secondo esorcismo su Bill Ramsey. In quella occasione l’uomo disse di avere sentito “una forza che lasciava il corpo” e da quel momento non ebbe più attacchi di rabbia.

I coniugi Warren si convinsero che il rituale ebbe un potente effetto psicologico su di lui, tanto da fargli credere di essere davvero guarito e riportarono tutti gli eventi del caso nel libro “Werewolf: A True Story of Demonic Possession”, uscito nel 1991.

 

 

Add Comment