La possessione di Clara Germana Cele

35 Condivisioni

LA POSSESSIONE DI CLARA GERMANA CELE è un caso di possessione demoniaca e di esorcismo accaduto nel 1906 a una ragazza di 16 anni. Clara Germana Cele viene ricordata per le manifestazioni demoniache accadutegli dopo che aveva stretto un patto con Satana alla giovane età di 16 anni. Centinaia di persone, attratte dalle voci che incominciarono a circolare sulla ragazza, furono testimoni di numerosi fenomeni paranormali come dimostrazioni di chiaroveggenza ed episodi di levitazione.

Clara Germana Cele

Il patto col diavolo di Clara Germana Cele

Clara Germana Cele era una ragazza orfana e una studentessa cristiana della Missione di San Michele a Natal, in Sud Africa. Fino ai sedici anni aveva vissuto una vita molto difficile e fatta di grandi mancanze, in quanto era un’orfana. Triste per la sua situazione, nel 1906, la ragazza decise di fare un patto con il demonio e suo malgrado venne posseduta. Clara Germana Cele non dirà mai a nessuno cosa volesse ottenere in cambio dal patto con il demonio.

Nelle settimane successive, Clara Germana iniziò a comportarsi in un modo molto diverso dal solito, sembrava sempre agitata, spaventata, davvero irrequieta. Un giorno mise le suore in allarme strappandosi i vestiti, rompendo un sostegno del suo letto, mettendosi a ringhiare e a grugnire come una bestia e a conversare con esseri invisibili. In un momento di lucidità, la ragazza posseduta gridò:

Sorelle chiamate il padre Erasmus. Devo confessarmi e dire tutto. Ma fate presto, presto, altrimenti Satana mi ucciderà. Mi ha in suo potere! Non ho niente di benedetto con me; ho buttato via tutte le medaglie che mi avete regalato. Più tardi, nello stesso giorno, gridò di nuovo: Mi hai tradita. Mi avevi promesso giorni di gloria, ma ora mi tratti con crudeltà.

Prima di quell’evento così traumatico, i sacerdoti e le suore del posto consideravano Clara Germana Cele una ragazza normale, ma con il peggiorare delle sue condizioni, secondo la Chiesa Cattolica lei presentava molti segni di una possessione demoniaca, tra cui una forte avversione verso il sacro.

La possessione demoniaca di Clara Germana Cele

Con il trascorre delle ore, Clara Germana Cele mostrava sempre più segni inequivocabili di una possessione demoniaca. La ragazza era improvvisamente capace di parlare diverse lingue e aveva sviluppato anche doti di chiaroveggenza, un giorno descrisse il viaggio di un prete partito dall’Africa per Roma, dando anche gli indirizzi dei luoghi dove si era fermato durante il viaggio. Pure il suo comportamento cambiò radicalmente e diventò sempre più aggressiva, manifestando una forza fisica straordinaria.

Una suora affermò che la ragazza aveva iniziato a produrre rumore inusuali, disumani. Una volta, mentre era tenuta sotto sorveglianza, scattò improvvisamente verso una suora che era inginocchiata vicino a lei e la morse a un braccio. La ferita mostrava i segni dei denti della ragazza, ma anche una piccola puntura rossa che faceva pensare al morso di un serpente.

Come se non bastasse tutto questo, un centinaio di paesani videro la ragazza lievitare a un metro e mezzo da terra sia in verticale che in orizzontale mentre il sacerdote leggeva le Sacre Scritture. Persino in chiesa, dove poteva essere vista da tutti, levitava sopra il suo sedile. Alcune persone tentarono di tirarla giù a forza, tenendola per i piedi, senza riuscirci.

L’esorcismo di Clara Germana Cele

Siccome le condizioni di Clara Germana Cele continuavano a peggiorare e la sua possessione demoniaca diveniva sempre più potente, il 10 settembre del 1906 venne concessa l’autorizzazione a procedere all’esorcismo, che sarebbe stato celebrato da padre Erasmus, il suo confessore, e da padre Mansuet, il rettore della missione. Tremendo che durante il rito Clara Germana tentò di strangolare un prete con la sua stesa stola.

Durante l’esorcismo, che durò quasi 2 giorni, il demone disse che avrebbe segnalato la sua partenza con un atto di levitazione e questo avvenne davanti a 170 testimoni, nella cappella della missione. Quando la ragazza fu esorcizzata dal malefico, nella cappella si organizzarono preghiere di ringraziamento.

Nel gennaio del 1907 Clara Germana Cele ebbe una ricaduta e fu nuovamente posseduta dal demonio. Il 24 aprile iniziò un nuovo esorcismo che durò due giorni e si concluse con esito positivo. Un improvviso fetore anticipò la fine della possessione demoniaca.

35 Condivisioni

Add Comment