La grande casa bianca

LA GRANDE CASA BIANCA di Maurizio Gramolini è un romanzo di genere horror/paranormale, ambientato in Toscana, ed edito da Cavinato Editore International.

La grande casa bianca

Il bambino lo osservava, terrorizzato e incapace di muoversi.

L’uomo si girò di fianco, verso la strada e cadde in avanti a peso morto, colpendo lo spigolo del marciapiede con la gola, in un grande spruzzo di sangue che continuò per un tempo che sembrava infinito, allargando sul selciato una pozza di sangue sempre più grande.

L’uomo, cadendo sullo spigolo del marciapiede, si era squarciato la gola morendo sotto i suoi occhi in pochissimi minuti.

Il bambino rimase immobile, pallido come un morto, appoggiato al muro, mentre alcune persone accorse dai vicini negozi cercavano di prestare soccorso al malcapitato a terra.

Qualcuno gli si avvicinò, chiedendogli se stava bene, lui annuì e scappò di corsa, diretto a casa della nonna.

Sua nonna Clara gli aprì la porta, lo abbraccio stretto stretto come faceva sempre, in una nuvola di profumo di lavanda, un sentore di pulito.

Gli toccò il viso, lo guardò diritto negli occhi e gli disse: «Sento che tra ieri e oggi hai fatto due gran brutti incontri…Una forza potente, molto potente e malvagia. Li conosciamo e, a quanto pare, è nel destino della nostra famiglia avere a che fare con questi mostri. Ti proteggeremo.»

Lui, ancora sotto shock, non capì molto di quanto gli aveva detto la nonna, a parte le parole mostri e ti proteggeremo.

Trama di La grande casa bianca

Una grande casa sulla sommità di un colle a picco sul mar Tirreno, teatro dell’epopea di una famiglia, custode inconsapevole dei segreti di un’antica leggenda, attraverso anni e generazioni, in una Toscana misteriosa e incantata.

Dall’Era degli Etruschi, un varco aperto per il passaggio delle anime dei morti…

Un potente medium che catalizzerà le forze nel tentativo di chiudere il varco.

Una lotta epica tra il Bene e il Male, al termine di un terribile viaggio in una dimensione parallela.

“…Colle Nitti, silenzioso custode di antichi segreti di vita e di morte.”

Biografia di Maurizio Gramolini

Maurizio Gramolini nasce a Milano nel 1958, razza mista tosco-marchigian-piemontese bordata di svizzero. Da sempre grande lettore, afferma che scrivere lo ha sempre divertito, infatti, dalle
elementari alle medie, i suoi temi venivano regolarmente pubblicati sui vari giornalini scolastici. Al Liceo no, pare fosse antipatico all’insegnante d’italiano.

Ha tentato le prime pubblicazioni incoraggiato dalla moglie e, dopo che alcuni suoi racconti erano stati selezionati in qualche concorso letterario, ha ritenuto giusto fargliela pagare
scrivendo un romanzo di cui lei è coprotagonista/ così impara.

Lavora in un’azienda televisiva occupandosi di tutt’altro che scrivere romanzi o qualsivoglia altro afflato artistico.

Appassionato e rumoroso strimpellatore di chitarra, ama l’hard rock e il rock blues anni ’70 al punto tale da aver costretto uno dei figli a imparare a suonare la batteria per mettere insieme una band ancora oggi in attività.

La grande casa bianca

LINK DI ACQUISTO:

LA GRANDE CASA BIANCA AMAZON

 

Add Comment