Jason Voorhees

JASON VOORHEES è un serial killer e il personaggio horror protagonista della saga di film horror intitolata Venerdì 13.

Jason Voorhees

“Nessuno torna indietro. Nessuno..”

“Sapevi che un bambino è annegato qui? Era mio figlio e oggi è il suo compleanno!”

Caratteristiche di Jason Voorhees

Jason Voorhees, il folle omicida della saga di Venerdì 13, nel secondo film della saga indossa un sacco di juta intrecciata con un buco per occhio, e soltanto dal terzo capitolo indosserà la celebre maschera da hockey che lo ha reso famosissimo. I due look di Jason nel nuovo Venerdì 13 (sia quello con il sacco, che quello con la maschera) sono stati concepiti da Scott Stoddard, supervisore agli effetti speciali e al suo team.

Gli omicidi del serial killer di Crystal Lake sono sempre molto brutali e vengono compiuti con le varie armi trovate in giro. Parliamo di coltelli, asce, accette, martelli, cacciaviti, rompighiaccio e molto altro. Nonostante ciò, possiamo sicuramente affermare che la sua arma preferita sia il machete, lo stesso con cui era stata uccisa sua madre. Jason è spesso sadico nei confronti delle proprie vittime e la sua prestanza fisica lo rende davvero letale.

In quanto non-morto, Jason Voorhees è praticamente immortale. Possiede inoltre una forza sovrumana che gli permette di sollevare pesi immensi senza sforzo: non è chiaro se la sua forza abbia un limite. Possiede anche una resistenza fisica quasi infinita (gli unici a dargli veramente filo da torcere sono stati Freddy Krueger, Tina Shepard e Tommy Jarvis), riuscendo a sopravvivere a ferite d’armi da fuoco e addirittura alla decapitazione.

La trasformazione in cyborg in Jason X lo ha reso ancora più potente, grazie alle sue parti di metallo è diventato sostanzialmente indistruttibile. Si è dimostrato inoltre che sia capace di sopravvivere sott’acqua (forse perché quella è stata la causa della sua morte da giovane).

Jason Voorhees, il serial killer di Crystal Lake, è davvero tra gli assassini più letali di ogni saga horror!

“Sono un inviato del Signore, sei condannata se resti qui! E’ un luogo maledetto, stregato, c’è una maledizione!”

La storia di Jason Voorhees

Jason Voorhees è il figlio di Pamela ed Elias e nasce il Venerdì 13 giugno dell’anno 1947. Dopo che i genitori divorziano, Pamela Voorhees si trasferisce con il figlio al campeggio di Crystal Lake. Ci troviamo nel maggio del 1957, quando al campeggio Jason viene aggredito e gettato nel lago da alcuni ragazzi. Non sapendo nuotare, viene dato per morto affogato. Eppure Jason Voorhees sopravviverà e la sua vendetta sarà insaziabile.

Pamela Voorhees, credendo che il figlio fosse morto per sempre, impazzisce dal dolore e un giorno trova in un capanno gli animatori che non avevano prestato sufficiente attenzione al figlio. Accecata dalla rabbia, mentre  amoreggiano, li uccide furiosamente. Qualche tempo dopo Pamela decide di andarsene dal Crystal Lake Camp, poiché la polizia la sospetta dell’omicidio; il campeggio viene quindi chiuso e riaprirà l’estate dopo.

Con il trascorrere degli anni, la vendetta di Pamela Voorhees si farà sempre più furiosa, finché nel 1979 viene uccisa e decapitata da Alice. Jason, nascosto nei boschi, assiste alla scena e da allora decide di continuare la furiosa vendetta della madre su tutti coloro che avrebbero tentato di riaprire il campeggio. La prima vittima è proprio Alice, che viene uccisa nella sua stessa casa a Crystal Lake due mesi dopo aver ucciso Pamela.

Il primo a uccidere Jason sarà Tommy Jarvis, ma nel tentativo di cremarne il corpo lo resuscita involontariamente, creando una specie di zombi con la forza sovrumana. Da allora, Jason Voorhees è diventato pressoché inarrestabile. Molto dopo, riuscirà persino a sopravvivere a uno scontro mortale con Freddy Krueger.

 

Add Comment