Jack Torrance

3 Condivisioni

JACK TORRANCE è un personaggio horror protagonista del romanzo horror Shining di Stephen King, della trasposizione cinematografica e della miniserie televisiva del 1997.

Jack Torrance

“Tesoro, luce della mia vita. Non ti farò niente. Solo che devi lasciarmi finire la frase. Ho detto che non ti farò niente. Soltanto quella testa te la spacco in due! Quella tua testolina te la faccio a pezzi!”

Caratteristiche di Jack Torrance

Jack Torrance è uno scrittore che sta cercando di aggiustare la sua situazione familiare dopo avere perso il posto come insegnante di letteratura inglese a causa del suo alcolismo e del suo temperamento volubile.

Per tale motivo Jack Torrance smette di bere e accetta il lavoro come guardiano invernale all’Overlook Hotel, in Colorado. Jack raggiunge l’hotel con la moglie Wendy e il figlio Danny, un bambino di 3 anni dotato di poteri psichici e soprannaturali.

Il personaggio horror di Jack Torrance, creato dalla penna di Stephen King, è un uomo come tanti, senza poteri soprannaturali (anche se nel film di Kubrick possiede lo Shining, una capacità che gli permette di vedere le persone defunte dell’Overlook Hotel e le visioni sulla camera 217), il quale inizia ad avere incontri con i fantasmi di antichi ospiti o lavoratori all’albergo che gli instillano la convinzione che sia un uomo speciale e che potrà ottenere i giusti riconoscimenti soltanto dopo avere ucciso la sua famiglia.

In realtà di tratta di un inganno da parte delle entità malvagie dell’albergo, le quali desiderano possedere Danny e la sua luccicanza, in modo da radunare abbastanza potere e potersi liberare dall’edificio.

“Cappuccetto rosso? Cappuccetto rosso? Su, apri la porta. Su, apri! Non hai sentito il mio toc, toc, toc? Allora vuoi che soffi? Vuoi che faccio puff? Allora devo aprirla io la porta? […] Sono il lupo cattivo!”

La storia di Jack Torrance

Il personaggio horror protagonista di Shining ha una storia che si distingue in alcune parti, soprattutto nei finali, tra la prima opera, quella originale, ossia il romanzo di Stephen King, il film di Kubrick e la miniserie televisiva. Quindi, per fare più chiarezza, la storia di Jack Torrance sarà suddivisa in base alle varie opere:

Shining il romanzo

Arrivati all’Overlook Hotel, la famiglia Torrance incontra Dick Halloran, il cuoco dell’hotel, il quale ha appena terminato il periodo estivo e sta partendo per la Florida. Il cuoco si accorge subito della luccicanza di Danny (anche il cuoco la possiede anche se molto più debolmente del ragazzino) e lo avvisa che l’hotel è infestato e che se dovesse avere bisogno del suo aiuto, avrebbe potuto chiamarlo tramite i suoi poteri, e lui lo avrebbe raggiunto.

Dopo qualche tempo, Jack Torrance inizia ad avere incontri con i fantasmi che gli instillano la convinzione che sia lui l’uomo speciale e che potrà ottenere i giusti riconoscimenti soltanto dopo avere ucciso la sua famiglia. Come ho già anticipato, in realtà si tratta di un inganno da parte delle entità malvagie, le quali desiderano possedere Danny e la sua luccicanza, in modo da radunare abbastanza potere e potersi liberare dall’edificio.

Jack Torrance cercherà così di uccidere la propria famiglia, assalterà sua moglie con una mazza da roque (sarà salvata dal cuoco), e alla fine raggiungerà suo figlio nella cantina, dove avrà un confronto con lui. Jack sta per ucciderlo, quando si rende conto delle sue azioni e in un momento di lucidità inizia a colpirsi al volto da solo.

L’entità si rende conto che la caldaia, rimasta troppe ore priva di manutenzione, sta per scoppiare e si precipita nei sotterranei. Wendy, Danny e il cuoco Halloran fuggono, mentre l’entità porta Jack a cercare di abbassare la pressione per salvare l’albergo. La caldaia esplode distruggendo l’edificio, l’entità e Jack.

Shining il film di Kubrick

Iniziamo col dire che a differenza del romanzo, dove Jack Torrance viene descritto come un eroe tragico i cui difetti lo porteranno alla sconfitta, nel film ha dentro di sé la pazzia e la furia omicida che lo porteranno ben presto a tentare di sterminare la sua famiglia.

La trama è piuttosto simile, ma Jack Torrance attaccherà sua moglie con un’ascia (da qui la celebre scena dove rompe la porta e sbircia dentro). Nel film Jack uccide Mr. Halloran, nel frattempo arrivato all’Hotel con un gatto delle nevi.

Danny e Wendy riusciranno a fuggire con il gatto delle nevi di Halloran nel mezzo di una tempesta di neve e Jack morirà congelato nel giardino-labirinto dell’albergo in seguito a un inseguimento con il piccolo Danny. Enigmatica la scena finale in cui si vede Jack Torrance comparire in una foto di una festa nell’albergo risalente al 1921, sessant’anni prima della vicenda narrata.

Shining nella miniserie televisiva

Nella miniserie televisiva il personaggio di Jack Torrance viene presentato molto più simile al romanzo e non al film di Kubrick, ma il finale è diverso. Nel romanzo si redime e muore nell’esplosione della caldaia dell’albergo, mentre nella miniserie riesce a tornare in sé e decide di sacrificarsi per distruggere l’hotel.

Oltre ciò, nella miniserie appare una scena non presente nel romanzo: quando Danny si diploma Jack Torrance appare come spettro davanti a suo figlio. Si viene inoltre a scoprire che l’amico immaginario di Danny, “Tony“, non è altro che Danny del futuro che comunica con il suo io passato, un punto toccato brevemente nel romanzo e omesso nel film di Kubrick.

3 Condivisioni

Add Comment