Il demone di Dover

IL DEMONE DI DOVER è una creatura misteriosa che si dice sia stata creata dagli alieni. Per molti si tratterebbe di uno tra i mostri della criptozoologia più citati al mondo e sarebbe stato avvistato soltanto in due giorni nel 1977 a Dover, in Massachusetts.

Il demone di Dover

Il demone di Dover è stato avvistato in una zona ben definita; nella cittadina di Dover e soprattutto nei pressi dei corsi d’acqua. A quanto pare, questa creatura terrificante ama nascondersi nei boschi. Almeno questo è emerso dai racconti di chi ha avuto la fortuna di avvistarlo.

Le caratteristiche del demone di Dover

Il demone di Dover è un essere bipede, più basso della media degli esseri umani e con una testa molto grande. Una delle sue peculiarità, si narra siano gli occhi; grandi, luminosi e dal colore tra l’arancione e il verde. In realtà qualcuno affermò che fossero verdi e altri arancioni. Forse ha la capacità di mutare il colore degli occhi…

Ha la pelle molto simile a quella di uno squalo, tuttavia di colore bruno, e non ha né peli né piume. Sempre dalle misere testimonianze, forse anche approssimative, si dice che non avesse il naso e le orecchie. Grazie alle lunghe braccia, ha la capacità di aggrapparsi alle superfici.

Il demone di Dover, anche per la sua morfologia, viene inevitabilmente associato alla razza aliena dei Grigi. In base a ciò, la teoria dei primi ricercatori è quella che questo essere sia di origine aliena. Che il demone di Dover sia davvero il risultato di esperimenti genetici condotti dalla razza aliena dei Grigi? Al momento nessuno può saperlo, soprattutto in attesa che a qualcun’altro capiti la fortuna di avvistarlo nuovamente.

Gli avvistamenti del demone di Dover

Gli avvistamenti del demone di Dover sono limitate a tre sole occasioni, avvenute tra il 21 e il 22 aprile del 1977. Nonostante ciò, il mito di questa creatura leggendaria è arrivato fino ai giorni nostri. Pensate che ancora oggi, in molti visitano la cittadina di Dover con la speranza d’incontrare la creatura.

Siamo in tarda serata del 21 aprile 1977 e tre amici stanno percorrendo Farm Street a bordo di una automobile, quando uno di loro intravide una strana creatura camminare indisturbata sul lato della strada. Chi vide la strana creatura, sbalordito e incuriosito, convinse gli amici in macchina a tornare indietro per capire di cosa si trattasse. Non scorsero null’altro,probabilmente l’essere si era rintanato da qualche parte. Arrivato a casa, il fortunato che aveva avvistato qualcosa di davvero stupefacente, ne impresse su carta un disegno.

Quella stessa notte, era appena trascorsa la mezzanotte, quando un quindicenne che tornava a casa si ritrova qualcosa di bizzarro davanti a sé. Il giovane e il demone di Dover si fissano per pochi attimi, finché quest’ultimo fugge nel bosco. La descrizione del giovane su ciò che aveva visto in quella particolare notte, corrisponderà con il disegno del fortunato in macchina con gli amici.

L’ultimo avvistamento spetterà a una giovane ragazza di Dover, che scorse il demone o forse la creatura aliena sul ciglio della strada. La giovane ragazza raccontò di essersi persa in quegli occhi luminosi e secondo lei di colore verde. Gli altri avvistamenti parlarono di occhi verdi…

Gli investigatori dell’epoca interrogarono tutti i testimoni, concordando sulle storie pressoché simili e quindi prive di discrepanze. Inoltre, uno degli agenti confermò che nessuno di loro si trovava sotto l’effetto di alcool o droghe. Ad avvalorare la veridicità dei racconti è il fatto che nessuno di chi avvistò il probabile alieno, tentò di trarne speculazione.

Proprio da questi avvistamenti, Ufologi e Cripto-zoologi si sono messi sulle tracce del demone di Dover. Chissà se avranno scoperto qualcosa di nuovo…

 

 

 

 

 

 

 

 

Add Comment