Hell Fest

HELL FEST è un film horror del 2018 diretto da Gregory Plotkin, al debutto da regista. Questo film horror segue la terrificante vicenda di un gruppo di adolescenti che viene inseguito da un serial killer durante un festival itinerante a tema horror per Halloween.

Hell Fest

Il Luna Park e le case di paura sono uno dei luoghi ideali per girare un film horror. Proprio da questo punto, il regista di Hell Fest è voluto partire per regalare allo spettatore un po’ di horror slasher senza pretese, ma comunque capace di intrattenere lo spettatore senza annoiarlo.

La trama di Hell Fest

Il film horror Hell Fest inizia subito con un omicidio, infatti, una ragazza viene assassinata da qualcuno in maschera dentro una casa di paura di un Luna Park. Questa scena, fa da presagio su ciò che possa accadere ai protagonisti del film horror slasher in questione.

Natalie arriva nel suo vecchio appartamento dove risiede ancora la sua migliore amica, Brooke. Mentre la saluta, lei è delusa dal sapere che Taylor, un ex compagna di classe, con cui Natalie non va d’accordo, vive con lei. Dopo qualche battibecco e nulla più, Brooke convince la sua amica Natalie a unirsi insieme ad altri amici per visitare l’Hell Fest, un Luna Park itinerante a tema horror.

Quella stessa sera, il gruppo di amici si ritrova al Luna Park e inizia il loro tour del terrore. Peccato che poco dopo accederà nel parco uno sconosciuto che indosserà una mostruosa maschera e reperirà un coltello. Un serial killer si aggirerà nel parco e nella sua follia, designerà come prede principali il gruppetto di Natalie.

Il mio parere su Hell Fest

Comincio col dire che la location è fantastica, il sogno nel cassetto per il tipico amante dell’horror. Si viene immersi in un Luna Park a tema horror enorme, dove si può trovare di tutto e di più. Case di paura su rotaia, a piedi, mostri di ogni genere che circolano per il parco e persino una discoteca. Già da sé, un luogo del genere diventa terrificante, figuratevi con l’aggirarsi di un folle serial killer in maschera.

Il parco prevede una serie di giochi, tutti terrificanti, fino a quello finale al quale è possibile accedere soltanto con il biglietto Vip. Stiamo parlando delle Terre Morte del parco, descritte come più intense della normale area di Hell Fest. Lì bisogna firmare una liberatoria, poiché gli attori che impersonano i mostri possono toccarti e fare di te quello che desiderano. Un luogo terrificante dove bisogna persino superare un labirinto composto di mostri e terrore.

Insomma, questo è un film horror che coinvolge appieno per il luogo nel quale si svolge la vicenda, sebbene poi la trama sia banalmente semplice e in fondo già vista in altre pellicole. Il serial killer in maschera, stile Scream e molti altri, non è nulla di nuovo.

In poche parole Hell Fest è qualcosa di già visto, senza una trama ben scarnita, senza le motivazioni che spingano il folle omicida a compiere quei gesti, senza un copione davvero efficace. La nota lieta della pellicola cinematografica è sicuramente il parco a tema horror e comunque lo scorrere veloce del film, che non annoia e comunque intrattiene il dovuto lo spettatore.

Sull’aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento del 40% con un voto medio di 4,9 su 10, basato su 43 recensioni. Il commento consensuale del sito recita: “Hell Fest potrebbe dare ai fan dell’horror meno esigenti alcuni motivi decenti per urlare, ma non è né intelligente né abbastanza terrificante da lasciare una grande impressione“.

Guardate Hell Fest e fatemi sapere voi cosa ne pensate, ma intanto, gustatevi il trailer se ovviamente ancora non lo avete fatto.

Add Comment