Hannibal Lecter

HANNIBAL LECTER è un personaggio horror creato dallo scrittore Thomas Harris e protagonista dei suoi libri. Considerato tra i più cattivi di sempre, nella filmografia lo ha reso celebre Il silenzio degli innocenti. Lo ritroviamo anche in Manhunter – Frammenti di un omicidio, Hannibal, Red Dragon e Hannibal Lecter – Le origini del male.

Hannibal Lecter

“Sei molto ambiziosa, vero? Sai cosa mi sembri con la tua borsetta pulita e le scarpette a buon prezzo? Mi sembri una campagnola… E quell’accento che hai tentato così disperatamente di perdere, pura Virginia occidentale. Che fa tuo padre? Fa il minatore? Puzza ancora di lampada a petrolio?”

“Coraggiosa Clarice… me lo farai sapere quando quegli agnelli smetteranno di gridare, vero?”

Caratteristiche di Hannibal Lecter

Hannibal Lecter è un serial killer ossessionato dall’antropofagia. Stiamo parlando di uno psichiatra e criminologo, tra i più esperti. Ne Il silenzio degli innocenti viene sottolineato che è affetto da polidattilia: ha 6 dita nella mano sinistra (caratteristica non presente nella serie TV). Ha una mente attiva e veloce, è molto abile a leggere nel pensiero altrui e nella mente stessa degli assassini. Sente profumi e odori particolari anche da lontano. Il suo comportamento è gentile ed educato, da autentico gentiluomo.

Ha un’ampia gabbia toracica e capelli lisciati all’indietro; gli occhi marroni (sebbene nella filmografia sono stati sempre presi attori con occhi azzurri, a eccezione di Mads Mikkelsen) e profondi, su cui fondo brillano scintille rosse, sono molto attivi e guizzano nelle orbite come anguille. Tra le passioni di Hannibal Lecter troviamo la cucina e la musica classica, ma non disdegna la lettura dei classici, di cui la sua cella è piena. Sa anche fare pitture su carta.

Essendo un semplice serial killer, uccide in vari modi, sebbene poi ha mangiato alcune delle vittime. Hannibal the cannibal!

La storia di Hannibal Lecter

«È un mostro. Uno psicopatico puro. È così raro catturarne uno vivo. Dal punto di vista scientifico, Lecter è il nostro elemento più prezioso.»

Hannibal Lecter nasce in Lituania, è figlio di una ricca famiglia aristocratica. Per sfuggire dalla Seconda guerra mondiale scappa nei boschi con la famiglia, la quale sarà comunque uccisa da un caccia bombardiere. Sopravviveranno solo Hannibal e la sorella Misha. Presi in ostaggio da collaborazionisti tedeschi, a causa della mancanza di cibi, gli uomini uccidono la piccola Misha per nutrirsi. Confuso, anche Hannibal mangia, sebbene con l’inganno, parti del corpo della sorella. In seguito Hannibal riesce a scappare.

Sarà adottato da Robert Lecter, il quale vive in Francia con la giovane moglie. Per lei Hannibal prova ammirazione e rispetto, un sentimento che presto si scoprirà essere amore, e in nome suo commetterà il primo omicidio: la vittima è un macellaio che l’aveva pesantemente insultata.

Tormentato dal ricordo di Mischa, cercherà i suoi assassini e li ucciderà uno a uno, viaggiando dalla Francia alla Lituania e fino in Canada, dove uno degli sciacalli ha una bottega di impagliatore di animali (Hannibal si presenterà dicendo “devo ritirare una testa“). La voglia di vendetta lo trasforma in un assassino senza sentimenti.

Nel frattempo, diventerà sempre più abile nell’arte della medicina, passando giornate intere nell’obitorio dell’Università, dove seziona centinaia di cadaveri. Si laurea in medicina, con specializzazione in psichiatria. Diventa un illustre psichiatra e poi un criminologo di fama mondiale, con la passione dell’arte e della cucina.

Quasi ucciso dall’investigatore Will Graham, verrà condannato a nove ergastoli per gli omicidi commessi e condotto in isolamento nel manicomio di Chesapeake, diretto dall’eccentrico e tedioso Frederick Chilton, dove rimarrà per otto anni.

Nonostante la prigionia, il suo aiuto si rivela fondamentale nella soluzione dei casi di Red Dragon Buffalo Bill. Trasferito su sua richiesta come “pegno” per rivelare il nome di “Buffalo Bill” (che si rivelerà poi falso), evaderà di prigione e fuggirà in Brasile, dove si farà rimuovere il sesto dito e si farà una leggera plastica facciale.

 

 

 

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.