Famiglia Manson

Per la rubrica sui Serial killer, oggi parleremo della FAMIGLIA MANSON (Manson Family).

Famiglia Manson

La Famiglia Manson (Manson Family) era composta da un gruppo di hippy (circa 100 adepti) che vivevano una vita non convenzionale e che utilizzavano abitualmente degli allucinogeni. Questo gruppo fondato verso la fine degli anni sessanta (1967), era guidato da Charles Manson.

La Manson Family divenne famosa per l’efferato omicidio di Sharon Tate e quattro suoi ospiti avvenuto il 9 agosto 1969 per mano di Tex Watson ed altri tre membri della Family, di cui Charles Manson fu riconosciuto come il mandante. Il gruppo uccise in seguito anche altre persone, fino a quando furono arrestati.

Nascita della Famiglia Manson (Manson Family)

La Manson Family ebbe origine nel 1967 quando Charles Manson, scarcerato poco meno di un mese prima, durante i suoi vagabondaggi, conobbe una ragazza diciannovenne dai capelli rossi, Lynette Fromme (soprannominata “Squeaky“), da poco scappata di casa, e una ballerina di strip club già pregiudicata, Susan Atkins (soprannominata “Sadie“), di vent’anni.

Sfruttando la moda del periodo, Charles Manson spinse queste ragazze all’uso di droghe allucinogene, al sesso libero, sfruttando la sua abilità nel suonare la chitarra e nel comporre canzoni, arrivando ad autoproclamarsi “Figlio dell’Uomo” (Man-Son) e profeta di una nuova religione.

Con il tempo aumentarono i seguaci e Manson acquisto’ un vecchio bus scolastico che dipinse di nero e lo usò come base mobile per scarrozzare tutta la sua “Manson Family” in lungo e in largo per la California. Durante il biennio 1968-69, furono circa un centinaio le persone che, per un periodo più o meno lungo, si affiliarono alla Famiglia Manson, sebbene soltanto una trentina seguiranno Charles Manson fino alla fine.

Charles Manson era considerato un leader religioso oltre che morale. Affermava infatti di essere la reincarnazione di Gesù Cristo e di Satana insieme e i suoi adepti gli erano molto devoti.

Oltre che per la connotazione religiosa, il suo gruppo differiva dalle “comuni” hippy per il palese e dichiarato disprezzo che nutriva nei confronti dei neri. Charles Manson profetizzava infatti che ci sarebbe stata una guerra civile interrazziale tra bianchi e neri. Una guerra dove alla fine, The Family avrebbe regnato.

La Manson Family viveva di furti e altre attività criminali. Oltre ciò suonavano la chitarra, facevano sesso di gruppo, usavano stupefacenti e molto presto sarebbero diventati degli assassini.

Membri principali della Famiglia Manson

Il 9 agosto del 1969 Charles Manson pianificò e realizzò un’intrusione a Cielo Drive, un ricco quartiere di Los Angeles. Il suo obiettivo era quello di penetrare nella villa al momento abitata da Roman Polanski e Sharon Tate, attrice e moglie del regista, incinta di otto mesi, e quella sera frequentata anche da alcuni loro amici, per compiere un vero e proprio massacro.

Come in molti sapranno, Charles Manson era il mandante degli omicidi e il leader della setta conosciuta come Manson Family, ma in questo articolo intendo approfondire la storia degli altri membri principali del gruppo.

Lynette Fromme (Squeaky)

Lynette fromme

Lynette Fromme, detta Squeaky o anche Rossa per via dei suoi capelli, nacque il 22 ottobre del 1948 e fu il secondo membro della Famiglia Manson. Il proprietario del ranch George Spahn le ha dato il soprannome di “Squeaky” a causa del suono che ha prodotto quando l’ha toccata.

Divenuta una senzatetto per un litigio con il padre, incontrò Charles Manson nel 1967 e trovò molto interessanti le sue filosofie e idee, quindi lo seguì in quel vagabondare che li condurrà allo Spahn Ranch.

Lynette Fromme non è mai stata accusata di coinvolgimento negli omicidi, ma è stata condannata per aver tentato di impedire ai seguaci incarcerati di Charles Manson di testimoniare.

La mattina del 5 settembre 1975, Squeaky andò al Capitol Park di Sacramento e si avvicinò al presidente Gerald Ford per parlargli della difficile situazione delle sequoie californiane, ahimè vestita con una tunica rossa e armata di una pistola semiautomatica. Quando puntò la pistola contro Ford, venne subito bloccata da un agente dei servizi segreti.

La condannarono all’ergastolo e ha continuato a professare fedeltà totale a Charles Manson. Una volta ha detto a un giornalista dell’Associated Press: “Il sipario calerà su tutti noi, e se non consegniamo tutto immediatamente a Charlie, sarà troppo tardi.

È stata rilasciata in libertà vigilata il 14 agosto 2009 e si è trasferita a Marcy, New York , dove lei e il suo ragazzo vivono in una casa decorata con teschi.

Leslie Van Houten (Lulu)

Leslie Van Houten

Leslie Van Houten nacque il 23 agosto del 1949 e fu uno dei membri più giovani della Manson Family. Ebbe un’adolescenza difficile, iniziando ad assumere LSD, amfetamine e hashish all’età di 15 anni, scappando numerose volte di casa, ma riuscendo ugualmente a terminare il liceo. A 17 anni, rimase incinta e fu costretta dalla madre ad abortire. Dopo un periodo di interesse per lo yoga ed aver seguito un corso di un anno per diventare segretaria, si avvicinò alla cultura hippy, andando a vivere in una comune.

Nella Famiglia Manson, era Charles Manson a decidere quando i membri avrebbero mangiato, dormito e con chi avrebbero avuto rapporti sessuali. Inoltre controllava la somministrazione di LSD, dando ai seguaci dosi più elevate di quelle che lui stesso assumeva. Leslie Van Houten disse di essere divenuta “satura di acido” e che non riusciva più a cogliere l’esistenza di coloro che vivevano una realtà non psichedelica.

Leslie Van Houten non partecipò alla strage di Cielo Drive, ma era presente la notte successiva, quando pugnalò alla schiena Rosemary Labianca per 14 volte.

Negli ultimi anni ha chiesto di essere rilasciata, dichiarando di essere stata psicologicamente instabile e sotto gli effetti di LSD al tempo degli omicidi. Tuttavia a luglio 2016, dopo che una petizione indetta dalla sorella di Sharon Tate ha raggiunto 140.000 firme, il governatore della California Jerry Brown ha negato il rilascio della Van Houten, definendola un “rischio inaccettabile per la società”.

Susan Atkins (Sadie)

Susan Atkins

Susan Atkins, nata il 7 maggio del 1948, conobbe Charles Manson, che la soprannominò Sadie, a soli vent’anni. Venne arrestata per la prima volta nel 1966 perché viaggiava insieme a due rapitori dentro una macchina rubata. Dopo 3 mesi di prigione ritornò in California dove lavorò come cameriera in locali notturni, ballerina in topless e inserviente nei ristoranti. A quel periodo risalgono anche le sue prime esperienze di viaggi con l’LSD.

Susan Atkins era considerata fra le ragazze la più abile nell’arte di intrufolarsi silenziosamente e quindi partecipò al massacro di Cielo Drive. “Donna, non ho pietà di te”. È quanto disse a Sharon Tate mentre l’accoltellava allo stomaco con un bambino nel grembo.

Il giorno successivo fu nella spedizione che fece irruzione in casa LaBianca trucidando i due coniugi, anche se questa volta rimase in macchina con Linda Kasabian mentre si svolgeva la carneficina. Comunque, prima di abbandonare la scena del crimine, defecò sulle scale dell’abitazione.

La condannarono a morte, ma la sua pena venne commutata con l’ergastolo quando la Corte Suprema della California rese illegale la pena capitale. Morirà  nel 2009 per un tumore al cervello. Aveva subito l’amputazione di una gamba, ma il cancro non le ha dato tregua.

Linda Kasabian

Linda Kasabian

Linda Kasabian, nata il 21 giugno del 1949, fece parte della famiglia Manson ed è stata la testimone chiave nel processo per gli omicidi Tate-LaBianca. Definì Charles Mansonil diavolo, non quest’uomo meraviglioso come sono stata indotta a credere”.

Dopo tanti problemi che aveva avuto con il marito, Linda Kasabian incontrò un’amica di Melton, Catherine “Gypsy” Share, la quale le descrisse un ranch idilliaco dove un gruppo di hippy stavano istituendo un “buco nella terra” per sfuggire ai disordini sociali.

Durante la sua prima notte con la Famiglia Manson, incontrò ed ebbe rapporti sessuali con il seguace e collaboratore di Manson, Charles “Tex” Watson, il quale poi la persuase a rubare una somma di denaro all’amico dell’ex-marito.

Ben presto venne presentata a Charles Manson, il quale la introdusse ufficialmente nella famiglia, ed ebbero rapporti sessuali in una caverna allo Spahn Ranch. Linda pensò che Charles sembrasse magnifico con i suoi abiti in pelle di daino e che sembrasse Cristo.

Non partecipò attivamente agli omicidi della Manson Family, ma in entrambi le notti fece da sentinella fuori dalle abitazioni. Si pentì subito degli accadimenti e fuggì in New Mexico dall’ex marito.

Infine, Linda Kasabian tornò a L.A. dove testimoniò contro Charles Manson in cambio della propria immunità. Dopo la fine del processo, si trasferì a casa della madre nel New Hampshire, ma le fu data la caccia dai media. Quindi si spostò a ovest, dove è stata avvistata l’ultima volta a vivere in un campeggio per roulotte in semi povertà.

Bobby Beausoleil

Bobby Beausoleil

Nato il 6 novembre del 1947, Bobby Beausoleil era arrivato in California per tentare senza successo la carriera di musicista e attore. Grazie alla sua bellezza, nel 1968 apparve in un film erotico intitolato The Ramrodder con Catherine “Gypsy” Share, una seguace di Charles Manson, e così conobbe il leader della setta. Diventò uno dei seguaci e si trasferì allo Spahn Ranch insieme alla Manson Family.

Con la Famiglia Manson diede inizio all’apocalisse dell'”Helter Skelter“, un’imminente guerra razziale che, sempre secondo Charles Manson, doveva essere ispirata alle canzoni dei Beatles e sarebbe scoppiata nell’estate 1969 decimando la popolazione mondiale.

Il 27 luglio del 1969 andò insieme ad altri due seguaci della setta nella casa di Gary Hinman, un amico della Family, per risolvere un debito legato a una partita guasta di LSD. Lo tennero in ostaggio e poi arrivò sul posto Charles Manson, il quale mozzò un orecchio a Hinman con la spada che spesso portava con sé e ordinò a Beausoleil di ucciderlo.

Bobby Beausoleil prese a pugnalarlo, mentre Hinman intonava un canto buddista. Dopo averlo ucciso, su una parete della casa scrisse col sangue della vittima “Political piggy” (“maialino politico”) e lasciò un’impronta della mano sinistra, simbolo delle Pantere Nere, per fare attribuire a loro l’omicidio.

Dal suo arresto nell’agosto 1969, appena qualche giorno prima degli omicidi Tate e LaBianca, Bobby Beausoleil è diventato un membro della Fratellanza Ariana, ha dato alla luce quattro bambini e continua a fare musica dal carcere.

Mary Brunner (Mother Mary)

Mary Brunner

Nata nel 1943, Mary Brunner incontrò Charles Manson quando era appena uscito dal carcere. A quei tempi lavorava nella biblioteca dell’Università di Berkeley, ma abbandonò il lavoro per viaggiare insieme a Charles Manson e reclutare altri membri della setta.

Mary e Charles divennero amanti e nacque un figlio il 15 aprile 1968, che ha chiamarono Valentine Michael, soprannominato “Pooh Bear“. Stando alla leggenda, Manson tagliò il cordone ombelicale a morsi.

Mary Brunner partecipò all’assassinio di Hinman, ma fu arrestata qualche giorno dopo per una frode con delle carte di credito e così non partecipò ai successivi omicidi. Era soprannominata Mother Mary o Manson Mary.

Testimoniò contro la Famiglia Manson in cambio dell’immunità, ma presto iniziò a sentirsi in colpa per averli traditi e nel 1971 partecipò al gruppo che pianificava di dirottare un aereo in modo da liberare Manson e gli altri membri incarcerati. Un piano mai portato a termine.

Mary Brunner trascorse così 6 anni in prigione e si trasferì nel Midwest dopo il suo rilascio avvenuto nel 1977, dove è scomparsa dai radar cambiando persino il suo nome.

Kitty Lutesinger (Pussycat)

Kitty Lutesinger

Kitty Lutesinger, soprannominata Pussycat, entrò nella Manson Family a soli 17 anni e divenne la compagna di Bobby Beausoleil, del quale rimase incinta. Non partecipò attivamente agli omicidi, ma ha contribuito a fare cadere uno dei leader di culto più famosi della storia.

Tuttavia, dopo avere testimoniato contro la setta e avere aiutato gli inquirenti a collegarli con l’omicidio di Hinman, alcuni giorni dopo si rasò la testa e tenne una veglia sul marciapiede in segno di protesta contro la detenzione dei suoi ex compagni incarcerati.

Patricia Krenwinkel

Patricia Krenwinkel

Patricia Krenwinkel nacque il 3 dicembre del 1947 ed era conosciuta con i soprannomi di Big Patty o Yellow. Curiosamente, in seguito alla morte di Susan Atkins, è adesso la detenuta con più anni passati all’interno del sistema federale californiano.

Dopo aver conosciuto Charles Manson nel 1967, si unì a lui e alle già conosciute “Charlie’s Girls” (Ragazze di Charlie), Lynette Fromme e Mary Brunner. In alcune interviste, ammise di avere fatto sesso con Charles Manson lo stesso giorno in cui si erano conosciuti e che lui fu la prima persona a dirle che era bella. Affascinata dal suo carisma e desiderosa di attenzioni, decise di unirsi al gruppo e trasferirsi a San Francisco, abbandonando casa, macchina e ultimo salario.

Nell’estate del 1968, Patricia Krenwinkel ed Ella Bailey stavano facendo l’autostop nella zona di Los Angeles quando Dennis Wilson, batterista e membro fondatore dei Beach Boys, le fece salire sulla propria auto. Dopo essere state invitate a casa sua mentre lui partecipava a una sessione di registrazione, le due ragazze contattarono la Family e raccontarono del loro nuovo “alloggio temporaneo”.

Quando Wilson tornò quella sera, trovò Charles Manson e il resto della Family che mangiavano il suo cibo, dormivano nelle sue camere da letto e festeggiavano dentro e fuori la sua casa. Dopo avergli causato qualche problema finanziario, Charles Manson e la Famiglia Manson lasciarono la sua abitazione.

Partecipò attivamente agli omicidi di Cielo Drive e anche in quello dei coniugi LaBianca.

1) Omicidio Cielo Drive: Patricia Krenwinkel portò la vittima dalla stanza da letto al salone e iniziò ad accoltellarla. La vittima la pregò di fermarsi dicendole: “Fermati, sono già morta“, ma lei non si fermò, tanto che la vestaglia bianca della donna apparì completamente rossa agli inquirenti. Durante il processo, disse “la accoltellai e continuai ad accoltellarla“.

2) Omicidio coniugi LaBianca: Patricia Krenwinkel prese una forchetta dalla cucina e la utilizzò per colpire il signor LaBianca, poi procedette con l’omicidio di Rosemary LaBianca, mentre Van Houten la tratteneva per lei.

Patricia Krenwinkel è conosciuta per la sua camminata lungo l’aula di giustizia la mattina della sentenza, mentre rideva assieme a Susan Atkins e Leslie Van Houten.

Tex Watson (Tex)

Tex Watson

Tex Watson, nato il 2 dicembre del 1945, al liceo era un buono studente e un ottimo atleta. Nativo del Texas, frequentò anche l’università e nel gennaio del 1967 iniziò a lavorare presso la compagnia aerea Braniff International come addetto bagagli.

Ben presto iniziò a sfruttare i biglietti gratuiti che gli metteva a disposizione la compagnia per fare molti viaggi a Los Angeles, dove iniziò a interessarsi alla musica e allo stile di vita psichedelico dei tardi anni ’60. Proprio in questo modo conoscerà il leader della Famiglia Manson.

Partecipò alla strage di Cielo Drive, dove appena sopraggiunto sul posto, salì su un palo del telefono vicino al cancello di sicurezza e tagliò la linea telefonica della casa, quindi insieme alle donne scavalcò la recinzione.

Nel frattempo un’auto guidata dal diciottenne Steven Parent si era avvicinata al gruppo. Tex Watson gli intimò l’alt e ignorò le richieste di pietà del giovane, sparandogli 4 colpi di revolver al viso e al petto, uccidendolo. Dopo entrò nella casa e partecipò attivamente agli omicidi. Fece anche parte della spedizione che assassinò a sangue freddo i coniugi LaBianca.

Dopo gli omicidi, quando ormai era convinto della loro cattura, fuggì in Texas, dove trovò l’estradizione per ben nove mesi e quindi non venne processato insieme agli membri della Famiglia Manson.

Attualmente è incarcerato presso la Casa di Correzione Richard J. Donovan a San Diego, in California, dove sta scontando l’ergastolo. Gli hanno respinto ben 17 volte la libertà condizionale.

Con l’assistenza di volontari, scrive sul sito web Abounding Love Ministries.

Charles Manson

Charles Manson

Charles Mansonnato a Cincinnati il 12 novembre del 1934, è stato un serial killer e criminale statunitense. Divenne famoso per l’omicidio di Cielo Drive, in cui furono assassinati Sharon Tate e 4 suoi amici.

Troverete tutta la sua storia in questo link: LA STORIA DI CHARLES MANSON.

 

 

 

 

 

 

Add Comment