Dennis Rader

Per la rubrica sui Serial killer, oggi parleremo di DENNIS RADER.

Dennis Rader

Dennis Rader è nato a Pittsburg il 9 marzo del 1945 ed è un serial killer statunitense che uccise 10 persone nella Contea di Sedgwick tra il 1974 e il 1991. Dennis Rader è conosciuto come il BTK Killer (o lo Strangolatore BTK), acronimo che significa “bind, torture and kill” (lega, tortura e uccidi) e descrive il suo “modus operandi“.

Il serial killer inviò lettere alla polizia e ai media locali in cui descriveva i dettagli delle uccisioni durante il periodo di tempo in cui gli omicidi avevano luogo. Attualmente sta scontando 10 ergastoli nella prigione di El Dorado Correctional Facility, con un possibile rilascio il 26 febbraio 2180.

Secondo vari rapporti, compresa la sua confessione, quando era piccolo torturava gli animali, uno dei segnali di pericolo della “Triade di MacDonald“. Dennis Rader sviluppò anche una passione per il feticismo.

Chi era Dennis Rader

Dennis Rader lavorò per poco tempo nel reparto di carni del supermercato di Leekers IGA a Park City, accanto a sua madre, una contabile del magazzino. Una volta laureato, si sposò con Paula Dietz il 22 maggio 1971 ed ebbero un figlio e una figlia. Dal 1972 al 1973 lavorò come assemblatore alla Coleman Company, una ditta di attrezzature da campeggio, dove fece le sue due prime vittime. Poi lavorò per un po’ di tempo per Cessna, nel 1973.

Dal novembre del 1974 fino al licenziamento nel luglio del 1988, Dennis Rader lavorò in un ufficio nel Wichita della ADT Security Services, una compagnia che vendeva e installava allarmi per imprese commerciali. Egli occupò varie posizioni, incluso il manager di installazioni. Si credeva che da lì avesse appreso come eludere gli allarmi delle case.

Nel 1991 fu assunto come Supervisore del Dipartimento di Vigilanza a Park City; dipartimento multi funzionale responsabile del “controllo degli animali, problemi abitativi, zonizzazione, permesso di esecuzione generale e una varietà di casi di violenza”. In questa posizione, i vicini richiamavano Dennis Rader perché qualche volta era troppo rigido; una vicina si lamentò poiché uccise il suo cane senza un motivo.

Il serial killer Dennis Rader

La sua carriera di serial killer iniziò negli anni settanta, quando torturare poveri cani e gatti randagi che catturava non era più soddisfacente per l’impiegato comunale. Il primo omicidio fu in realtà un pluriomicidio di 4 persone. Non uccideva per istinto, ma per il rispetto delle regole. Dennis Rader era semplicemente ossessionato del rispetto delle regole e tra quelle regole il chiasso dei bambini non era contemplato.

Il 15 gennaio 1974 Dennis Rader approfittò di un normale giorno si scuola per intrufolarsi nella casa della famiglia Otero, dove immobilizzò e legò tutta la famiglia. I maschi ( padre di 38 anni e figlio di 9) morirono entrambi asfissiati a causa di un sacchetto di plastica attorno alla loro testa, mentre per le donne (madre di 33 anni e figlia di 11) il serial killer preferì una corda, utilizzata rispettivamente per strangolare la mamma e impiccare la piccola.

Dopo aver sterminato la famiglia Otero preferì esclusivamente donne adulte, sulle quali spesso le autorità rilevarono tracce di sperma, ma non di violenza. Probabilmente lo sperma rilasciato era soltanto un segno marcatore.

La fine del serial killer

Nel 2005 Dennis Rader inviò alla polizia una busta contenente un floppy disk apparentemente vuoto, ma dalla cui memoria gli informatici riuscirono a recuperare un file di testo eliminato. Il nome del file era Christ Lutheran Church e l’ultima modifica era stata effettuata da un profilo denominato “DENNIS”.

Da quel momento bastarono alcune ricerche e analisi del DNA per collegare Dennis Rader a tutte le scene del crimine. Il 26 luglio 2005, dopo l’arresto, il giudice distrettuale Eric Yost della Contea di Sedgwick rifiutò il solito periodo di attesa di 60 giorni e concesse alla moglie il divorzio immediato, concordando sul fatto che la sua salute mentale fosse in pericolo.

Il serial killer non contestò il divorzio e il fatto che i 34 anni di matrimonio fossero finiti. Paula Rader ha affermato durante il processo per il suo divorzio che le sue condizioni psicofisiche sono peggiorate a causa del loro matrimonio.

Add Comment