Bambino indemoniato

La storia horror del BAMBINO INDEMONIATO è avvenuta nel lasso di tempo che intercorre tra il 1985 e il 1990. Quella che sto per narrarvi è una storia vera nella quale intervennero i coniugi Warren e che sicuramente è capace di infondere un profondo terrore nel lettore.

Bambino indemoniato

Questa storia horror è un caso molto interessante di possessione nella quale intervennero i coniugi Warren e che è famosa come Cody e l’uomo oppure come la storia del Bambino indemoniato. Iniziamo col narrare che la famiglia Foster viveva nel Kentucky, in una zona rurale vicino Lexington. I coniugi Foster avevano due figli, Pamela di sedici e il piccolo Cody di soltanto sei. Sembrava che le cose per loro procedessero per il meglio, finché un giorno Cody inizia a parlare con un amico immaginario.

Il fatto che un bambino inizi a parlare con un amico immaginario è molto comune, ma non di certo quello che accadde dopo.

Cody e l’amico immaginario

Il piccolo Cody inizia a trascorrere molto tempo in camera sua, fissa sempre il vuoto e parla con un amico immaginario. Ben presto la situazione precipita, in quanto Cody diventa molto aggressivo con la propria famiglia e arriva persino a minacciare di morte la sorella e la tata. Una notte prende un coltello nella cucina e si aggira per casa, avvicinandosi alla camera della sorella, però i genitori sentendo dei rumori si svegliano e lo fermano. Il bambino aveva anche affettato un pomodoro, riferendo: che era stato l’uomo a chiederglielo.

L’Uomo” sembrava dare istruzioni a Cody di non fidarsi della propria famiglia e tentava di farlo allontanare sempre di più dai genitori. Era un modo per incattivirlo e farlo diventare un Bambino indemoniato.

I genitori di Cody iniziarono seriamente a preoccuparsi, poiché il piccolo trascorreva sempre più tempo a parlare apparentemente con il vuoto, anche di discorsi complicati per la sua età come i serial killer, la sepoltura e l’inferno. Quando i coniugi Foster chiedevano al figlio con chi stesse parlando, lui rispondeva sempre: “sto giocando con l’uomo“.

Una notte Cody, non riuscendo a dormire, si recò nella camera da letto dei suoi genitori per cercare compagnia. La madre andò allora in camera con il figlio, si stese sul suo letto e quasi si addormentò, ma improvvisamente si svegliò e rimase terrorizzata. Una figura demoniaca era davanti a lei. Così la donna fuggì dalla stanza, trascinandosi dietro il figlio, il quale subito dopo le domandò: “Lo hai visto anche tu, vero?

Nel frattempo nella casa iniziano a succedere fenomeni strani: i rubinetti dell’acqua si aprivano da soli, si udivano rumori di passi per la casa e le porte si aprivano e chiudevano da sole. Jan Foster iniziò a sospettare che “l’Uomo” fosse in realtà un’entità maligna che si stava piano piano impossessando del figlio e decise di chiedere aiuto ai coniugi Warren.

L’intervento dei coniugi Warren nel caso del Bambino indemoniato

Ed Warren cercò di provocare l’entità per farla manifestare e il tavolino sul quale stava avvenendo la discussione iniziò a tremare vistosamente. Lorraine Warren fu invece assalita da una sensazione di odio e percepì l’entità come qualcosa di estremamente pericoloso. I coniugi Warren capirono di dover intervenire immediatamente per cercare di allontanare dalla casa l’entità maligna e pericolosa.

I coniugi Warren tornarono dai Foster con un loro amico, uno sciamano nativo americano, per tentare una benedizione dell’abitazione. Lo sciamano iniziò un rituale bruciando della salvia e incenso indiano, poi fece un’unzione di tutte le porte della casa con l’olio d’oliva a ciascuno e iniziò una lunga cantilena in lingua nativa. Per tre mesi tutto tornò alla normalità, poi Jan Foster si accorse che Cody stava di nuovo parlando con “l’uomo”.

Una notte sentirono dei strani versi gutturali provenire dalla camera di Cody e quando andarono a controllare lo trovarono con delle forbici in mano. Stava facendo a pezzetti il suo orsacchiotto preferito. L’indomani la sorella lo trovò con cercava di soffocare il gatto con un cuscino e lo fermò. Lo stesso giorno suo padre lo vide fare la pipì nel suo armadio e il bambino si giustificò dicendo: “l’uomo ha detto che poteva farlo poiché Cody non ha bisogno di ascoltare la mamma!

Allorché i Warren tornarono con lo sciamano e praticarono una cerimonia che somigliava molto a un esorcismo. Riuscirono finalmente a liberate Cody dalla presenza maligna che diceva di essere sepolta nel vicino cimitero. Cody oggi sta bene e non ricorda niente di quanto accaduto.

Questo caso è diventato celebre grazie alla serie televisiva A Haunting, che ne ha tratto un episodio intitolato “Demon Child“, il Bambino indemoniato.

 

2 Comments

  1. Isabel Pedrazzoli Maggio 29, 2019

Add Comment