Autopsy

AUTOPSY (The Autopsy of Jane Doe) è un film horror del 2016 diretto da André Øvredal. Si tratta del primo film in lingua inglese girato dal regista norvegese.

Autopsy

Autopsy è stato accolto piuttosto bene dalla critica statunitense e ha avuto l’appoggio di Stephen King e Guillermo del Toro, i quali, attraverso Twitter ne hanno elogiato la visceralità, la regia, il ritmo e le interpretazioni. Possiamo affermare che il film horror di André Øvredal riesce a ricreare con abilità un’apprezzabile atmosfera di tensione, rendendo in maniera appassionante la ricerca da parte dei due uomini della verità sulla causa della morte della ragazza.

La trama di Autopsy:

Tutto inizia quando in una casa vengono rinvenuti dei cadaveri dalle autorità. Lo sceriffo non riesce a trovare un motivo per cui queste persone siano morte e oltretutto scopre il cadavere di una donna nella cantina. A colpirlo è che il cadavere sia perfettamente intatto, quindi lo recapita al medico legale.

Nella piccola cittadina il medico legale Tommy Tilden porta avanti l’obitoriocrematorio costruito e ampliato da generazioni sotto la casa di famiglia. Lo fa assistito dal figlio Austin. Lo sceriffo consegna loro il corpo non identificato della ragazza per ricercare la cause della morte entro la mattina successiva. Austin, in procinto di vedere un film con la fidanzata Emma, decide di rimanere per aiutare il padre. E qui inizia il mistero. Il cadavere della donna, interpretata magistralmente dalla modella Olwen Kelly (capace di spiccare nell’espressività della recitazione sebbene se ne stia tutto il tempo sul tavolo dell’obitorio), nasconde dei segreti che con lo scorrere della pellicola verranno pian piano al di fuori.

Autopsy

Jane Doe è stupenda, di una bellezza disumana, da morire. E non so se per merito di Olwen Kelly o della costruzione scenica, ma proprio il suo viso, che dovrebbe essere inespressivo (essendo morta), riesce invece a suscitare pietà, tristezza e terrore. I suoi occhi, quegli occhi plumbei, che ti fissano dallo schermo per interminabili secondi, contribuiscono a creare la tensione che caratterizza l’ottima prima parte del film. E da un momento all’altro quasi ti aspetti che possa muoversi…

Insomma, dopo queste informazioni, avrete capito che HorrorVertolli vi consiglia vivamente di vedere questo film horror che forse non mostra nulla di nuovo, ma che lo fa in maniera impeccabile. Buona visione!

 

 

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.